iPhone 6 Plus: puoi averlo più grosso, ma se si piega non serve a nulla.

27 Settembre 2014
(2 Voti)

Anche in Italia i fan della Apple si preparano a code folli per essere i primi (bah!) a poter sfoggiare con gli amici il nuovo nato dell'azienda di Cupertino, magari a poterlo anche raccontare ai nipotini per atteggiarsi a novelli eroi.

Intanto sembra far scalpore la notizia che il nuovo iPhone 6, soprattutto il modello Plus, sia così flessibile da piegarsi quando viene sollecitato per esempio mettendoselo nella tasca dei pantaloni.
Ecco un motivo in più per una bella guerra ideologica: i detrattori della Apple si sono scatenati con il sarcasmo (ad es.:iPhone 6 ci ricorda una cosa importante: puoi averlo più grosso, ma se si piega non serve a nulla), mentre i fan sfegatati hanno alzato la voce facendo capire che se qualcosa nasce dalla Apple, può essere fatto con lo sterco di cammello che in ogni caso si tratta di una grossa innovazione tecnologica.

Personalmente sorrido di queste diatribe: la Apple fa ottimi prodotti utilissimi per una certa fascia di mercato, Samsung & C idem per un'altra fascia, nessuno fa opere d'arte, ma a noi esseri umani piace identificarci in branchi più o meno di nicchia e far la guerra agli altri branchi, che sia fede religiosa, calcistica, politica o tecnologica.

Fatto sta che qualcuno si è preso la briga di fare dei test di resistenza sui vari smatphone che sono al top della gamma. Sono test poco scientifici, molto soggettivi, ma dei risultati approssimativi li mostrano: sembrerebbe proprio che l'iPhone 6 Plus sia molto più flessibile del Galaxy Note 3.
Molto meglio se la cava il modello iPhone 6 normale, l'HTC One M8 e  il Moto X: ma d'altronde le loro dimensioni li rendono necessariamente più compatti.

I test in questo caso sono stati fatti dal team di Unbox Terapy: buona visione.

 

 

 Infine, per chi vuole risolvere questo "preoccupante" problema ecco chi ha trovato una splendida soluzione per evitare qualsiasi flessione dell'amato iPhone!

 

 

 

Fabio Caniggia

Artista Marziale, Blogger e Consulente Informatico.
Per il resto, "Chi sono io" è la domanda esistenziale – il koan – per eccellenza e non posso certo rispondervi in 2 righe !

Fabio CaniggiaAutore: Fabio Caniggia
Artista Marziale, Blogger e Consulente Informatico.
Per il resto, "Chi sono io" è la domanda esistenziale – il koan – per eccellenza e non posso certo rispondervi in 2 righe !

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy facendo click sul pulsante "DETTAGLI"